La Regione punta su Telemedicina e servizi specialistici

Venerdì 20 Ottobre si è tenuto a Cagliari, un convegno dal titolo: “Telemedicina per la sostenibilità dei programmi regionali e di governo assistenziale”, organizzato e promosso da Sardegna.it, società in house della Regione Sardegna che si occupa di supportare la realizzazione del Sistema Informativo Regionale, attraverso le tecnologie informatiche quindi di rendere più accessibili e fruibili le istituzioni pubbliche connesse in rete.

La Regione e l’Assessore Luigi Arru della Sanità, hanno voluto presentare in questo evento la creazione del tavolo Regionale per la Telemedicina. L’Assessore sul tema:

“Abbiamo tante intelligenze che non devono operare nell’ottica del silos, ma occorre che lavorino in modo integrato. A Sardegna.it, che fa parte del Tavolo, chiediamo di aiutarci a creare comunità, a mettere insieme esperienze. La telemedicina non può e non deve sostituire la relazione frontale medico-territorio, presuppone sempre il consenso informato del paziente, ma ci può aiutare a mettere insieme diverse esperienze interdisciplinari e a portare servizi di alta specialità alle Comunità più lontane”.

Nel processo di riorganizzazione del Servizio sanitario le soluzioni di Telemedicina rappresentano piattaforme e strumenti strategici atti a garantire la migliore assistenza al paziente favorendo il processo di deospedalizzazione e delocalizzazione delle cure con conseguente miglioramento della continuità assistenziale e della domiciliazione del paziente.

Per rendere la Telemedicina efficace bisogna metterla in rete e soprattutto a disposizione di tutti gli enti e le società che ne possono o vogliono farne uso, farmacie, ospedali, ambulatori, medicina generale, rafforzando quindi il rapporto che c’è tra questi attori del settore.

Lo scopo di questa integrazione in questo senso, aiuterà a costruire ambienti di condivisione fra gli attori ospedalieri e territoriali a fronte dell’obbiettivo di migliorare il servizio offerto e specialmente la migliore qualità delle cure, come risultato di un lavoro comune di tutte le professioni sanitarie, mediche e assistenziali coinvolte.

Oltre a Sardegna IT collaborano al progetto l’AiSDeT (Associazione Italiana di Sanità digitale e Telemedicina), Rete di Sanità digitale, Sanit@ e Federfarma Cagliari, che intendono aprire un confronto con la Regione Sardegna, proprio in concomitanza della riorganizzazione del sistema delle cure e sul ruolo che in tale processo possono svolgere le piattaforme e le soluzioni di Telemedicina.

Fonte: Regione Sardegna (www.regione.sardegna.it)

Written by 

Fabio, classe 1993, Nerd fino al midollo, cresciuto tra videogame, computer, e apparecchi elettronici, sempre alla ricerca di novità in campo digitale. Ho una certa esperienza nel mondo della tecnologia, dell'informatica e delle telecomunicazioni.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.