Sardegna Ricerche a Singapore, tra innovazione e start up

In questi giorni, dal 21 al 24 Novembre, a Singapore si sta tenendo un evento molto importante che riguarda le start up e l’innovazione Made in Italy, l’iniziativa si chiama “Italian Innovation Days”.

L’obbiettivo e la speranza di queste giornate dedicate al meglio dell’innovazione italiana è quella di attrarre nel nostro paese investimenti esteri che aiutino l’economia del settore, specialmente quello tecnologico e digitale.

L’ organizzazione è gestita dall’Agenzia Ice, in collaborazione con la Camera di Commercio Italiana a Singapore, la Singapore Manufacturer Federation e Enterprise Europe Network sotto il patrocinio dell’Ambasciata d’Italia a Singapore.

Per la Sardegna c’è un importante player isolano Sardegna Ricerche, che fa parte assieme l CRS4, Università di Cagliari, Contamination Lab Unica, Sassari e RAS – Regione Autonoma della Sardegna, della delegazione sarda.

I settori più importanti e rilevanti presenti sono Moda, Cibo, Bio-Tecnologie, Scienza, Informatica, Tecnologia, Energia Verde e Smart cities Fashion, Food Processing, Bio-Life, Bio-Technologies, Life Science, Cleantech, Fintech, Ict, Green power, Medtech e Smart Cities.

Oltre a voler far si che ci sia attrazione per gli investimenti, un altro obiettivo è quello di creare una piattaforma dove le aziende italiane possano proporre progetti di investimenti ad alto contenuto innovativo a potenziali investitori, rilevante a questo scopo è stata la diffusione dell’evento tra tutte le Regioni ed Enti territoriali d’Italia per la selezione e rilevazione di interesse locale dei partecipanti.

Fra i 50 progetti di imprese, centri di ricerca, incubatori, start-up italiane sottoposti all’Ufficio Ice/Desk Fdi di Singapore, ne sono stati scelti 22 per partecipare agli incontri “B2B” con le società selezionate del settore finanziario-industriale di Singapore.

Si tratta in tutto di 13 progetti della Regione Sardegna, 2 della Regione Basilicata, 4 Start-Up di cui 3 della Lombardia ed 1 della Toscana e 3 della Lombardia segnalati dalla Camera di Commercio italiana a Singapore.

In totale, per i 22 partecipanti italiani sono stati, quindi, definiti per il pomeriggio del 21 novembre 2017 318 Incontri B2B con 80 società singaporeane coinvolte.

Oggi è stato dato anche spazio ad una attività di comunicazione mirata nei confronti delle Istituzioni, organizzazioni ed investitori di Singapore, con Presentazioni Istituzionali italiane.

Negli ultimi giorni ci saranno visite mirate con incontri presso Università, Agenzie e Poli tecnologi locali dedicate al sostegno dell’innovazione tecnologica.

Fonti: CorecomSardegnaRicerche

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *