Fibra Ottica: La Regione Sardegna incontra le compagnie telefoniche

Si è conclusa da pochi giorni, precisamente il 31 Marzo scorso, la raccoltà della disponibilità da parte degli operatori privati di rete e telefonia, avviata da Infratel conoscere le loro intenzioni per poter “accendere” la fibra ottica che in questi anni e in questi mesi viene posata in tutti i comuni della Sardegna da parte della Regione e di Infratel. Qui per la mappa sulla copertura attuale.

Ne avevamo parlato anche nel precedente aggiornamento di Marzo, ma ancora non si hanno notizie o non si conoscono i risultati di questa consultazione conclusa nello scorso mese, Infratel non ha ancora pubblicato aggiornamenti. La Regione Sardegna vuole comunque dialogare a stretto contatto con le compagnie private ed ha avviato in questi giorni e in queste settimane un ciclo di consultazioni autonome per poter arrivare ad un accordo sull’isola, e garantire che arrivino i servizi di cui hanno tanto bisogno i comuni che sono già stati coperti e collaudati con le reti ottiche di nuova generazione.

L’Assessore agli Affari Generali Filippo Spanu, in prima linea sul progetto: “Abbiamo avviato il ciclo di consultazioni con gli operatori privati per assicurare in tempi brevi i nuovi servizi ad alta connettività nei Comuni in cui la rete in fibra ottica è già disponibile e pronta per essere attivata. Nei prossimi giorni incontreremo le altre compagnie telefoniche potenzialmente interessate alla gestione delle reti. È un passaggio fondamentale in un quadro in piena evoluzione. Gli interventi, attuati con finanziamenti regionali, sono stati completati in 72 piccoli Comuni della Sardegna che diventeranno, secondo le previsioni di Infratel, 110 entro il prossimo mese di maggio e 175 entro l’estate. Siamo a buon punto ma ora occorre procedere velocemente con l’accensione della fibra. Siamo molto attenti alle esigenze del sistema scolastico, che vogliamo rendere più forte e competitivo in linea con gli investimenti già messi in campo con Iscol@, e il mondo delle imprese che ha bisogno, attraverso i nuovi servizi di connettività, di rafforzare la rete di contatti e relazioni con i mercati esteri”.

L’Assessore Spanu nella giornata di Venerdì si è già confrontato, nella sala riunioni dell’Assessorato, con una delegazione di TIM – Telecom Italia guidata da Giulio Di Giacomo, responsabile dei Rapporti con le Istituzioni locali. Sono poi intervenuti Salvatore Lombardo, direttore generale di Infratel, ricordiamo la società in house del Ministero dello Sviluppo Economico che realizza e gestisce gli interventi per le nuove infrastrutture.

E’ chiaro che l’attivazione in questi casi è molto facilitata per gli operatori, e non ci dovrebbero essere grossi ostacoli o difficoltà ad attivare la fibra ottica in tempi brevi nei Comuni già completati, Infratel mettendo già a disposizione tutte le infrastrutture necessarie ha già fatto la maggior parte del lavoro che l’operatore avrebbe dovuto fare autonomamente e senza un ritorno economico sufficiente per coprire nemmeno i costi dei lavori.

Come già detto precedentemente è piuttosto probabile che le maggiori attivazioni arriveranno dal principale player delle telecomunicazioni che in Italia e soprattutto in Sardegna rimane TIM.

Fonte: Regione Sardegna

Written by 

Fabio, classe 1993, Nerd fino al midollo, cresciuto tra videogame, computer, e apparecchi elettronici, sempre alla ricerca di novità in campo digitale. Ho una certa esperienza nel mondo della tecnologia, dell'informatica e delle telecomunicazioni.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.