Fibra Ottica Sardegna e Italia – Aggiornamento BUL Giugno 2018

Bentornati all’appuntamento mensile con gli ultimi aggiornamenti sulla Banda Ultra Larga in Sardegna, ho deciso anche in questo mese di inserire una parte dedicata all’Italia in generale, e penso che la inserirò definitivamente, viste anche le poche novita nella nostra Regione.

Ricordo come sempre che nell’aggiornamento mensile non spiegherò tutto per filo e per segno, per avere un quadro generale della situazione vi consiglio di leggervi anche gli approfondimenti (non aggiornati) generali che riguardano la Sardegna e l’Italia, e ovviamente anche tutti gli altri articoli precedenti, i collegamenti a fondo pagina.

Come sempre segnalo la mia mappa interattiva su Google My Maps per avere un quadro d’insieme sulla situazione nell’isola, in base a tutti i dati che ho raccolto e che ci vengono forniti da Infratel e dagli operatori privati. Sono compresi i comuni attivi, in progettazione o in pianificazione in Sardegna, sia da parte pubblica che privata.

Questo mese con le ultime informazioni disponibili la mappa interattiva è completa, con tutti i comuni della Sardegna (377), suddivisi tra:

  • Comuni attivi
  • Comuni Pianificati da Operatori Privati
  • Comuni Pianificati dagli Interventi della Regione Sardegna e di Infratel
  • Aree e Comuni oggetto di intervento per il Terzo Bando Infratel

Comuni coperti e attivi

I comuni coperti e attivi ad oggi con la VDSL Fibra Ottica con tecnologia FTTC ed FTTH (solo Cagliari) sono 45:

Alghero – Arbus – Arzachena – Assemini – Bosa – Cabras – Cagliari – Capoterra – Carbonia – Decimomannu – Dolianova – Domusnovas – Elmas – Guspini – Iglesias – Ittiri – Macomer – Maracalagonis – Mogoro – Monserrato – Muravera – Nuoro – Olbia – Oliena – Oristano – Orosei – Ossi – Ploaghe – Porto Torres – Quartu S. Elena – San Gavino Monreale – San Sperate – S. Antioco – Sanluri – Sassari – Selargius – Serramanna – Sestu – Siniscola – Sinnai – Sorso – Tempio Pausania – Terralba – Tortolì – Villacidro.

Nota: Alcuni comuni hanno aree o frazioni che vengono pianificati separatamente o aree non ancora coperte.

Vendibilità attiva con gli operatori: TIM – Telecom Italia, Tiscali, Vodafone, Fastweb, Wind – 3.

BUL Progetti privati – Telecom Italia

Di seguito i comuni e le aree pianificate da TIM – Telecom Italia

Giugno 2018

Carloforte – Valledoria

Luglio 2018

Ozieri

Agosto 2018

Isili – Simaxis

Open Fiber

Sassari – Lavori partiti l’8 Gennaio 2018 attualmente in corso per la copertura in tecnologia FTTH (Fiber to the Home).

Poche novità dagli operatori privati nel mese di Giugno.

Purtroppo non ci sono novità tra gli operatori privati rispetto alla pubblicazione precedente, nessuna nuova pianificazione da parte di TIM – Telecom Italia, solo posticipazioni di copertura, distribuite come indicato sopra. Le uniche novità se vogliamo sono date dagli operatori minori Tiscali, Vodafone, Fastweb, Wind – 3 che stanno ampliando la loro copertura e disponibilità servizi nelle città già attivate da TIM (vedere i loro siti ufficiali per la copertura). La TIM invece temo stia aspettando la disponibilità della Fibra Ottica pubblica per poter poi attivare i comuni pianificati da parte della Regione Sardegna/Infratel, a proposito ne parleremo anche più sotto per la questione italiana.

Per quanto riguarda Open Fiber in Sardegna, gli unici lavori in corso, quelli a Sassari, procedono velocemente e senza nessun ritardo, se ne parla anche qua sul forum di Hardware Upgrade, nel thread che ho aperto sulla BUL Sardegna.

BUL Progetto Pubblico – Regione Sardegna ed Infratel

Nel mese di Giugno anche per quando riguarda gli interventi pubblici, che sono in corso di realizzazione da parte di Infratel, non ci sono purtroppo novità, non è stato rilasciato nessun nuovo aggiornamento ai file di “Intervento Diretto” (datati al mese di Marzo) e non ci sono state nuove notizie in merito ai lavori o all’attivazione della fibra ottica “spenta” che attende di essere servita dalla connetività degli operatori di rete. Quindi ne la Regione Sardegna ne Infratel hanno rilasciato nuove notizie, bisognerà attendere i primi giorni di Luglio nella prossima settimana per vedere se si muove qualcosa.

Qua l’elenco dei Comuni con lo stato dei lavori aggiornato: Comuni e Aree con Intervento Diretto – BUL Infratel

I numeri attuali e i vari stati sui Comuni della Sardegna.

Comuni in progettazione: 80
Lavori in esecuzione: 135
Lavori terminati: 47
Infrastrutture collaudate: 36
Comuni del Terzo Bando Infratel: 79

Totale Comuni Sardegna/Interessati: 377

Legenda:

  • Progettazione (comune con incarico di Progettazione esecutiva)
  • Esecuzione (comune con contratto attuativo)
  • In Collaudo (comune con fine lavori)
  • Terminato (comune con Certificato di Regolare Esecuzione)

Nota: Alcuni comuni pianificati oggi dalla Regione Sardegna coincindono anche con quelli del Terzo Bando Infratel.

Terzo Bando Infratel

Per quanto riguarda il Terzo Bando Infratel ci aspettavamo notizie importanti durante il mese di Giugno, in quanto il 30 Maggio 2018 è scaduto il termine per il bando di gara riguardo la presentazione delle domande per la costruzione e gestione di una infrastruttura passiva a banda ultralarga, cioè quale società ha vino il bando di gara e gli sarà affidato il compito di coprire le aree bianche a fallimento di mercato lasciate fuori dagli investimenti degli operatori privati, aree nelle Regioni di Sardegna, Puglia e Calabria, ultime regioni a fare parte di un bando Infratel sulla Banda Ultra Larga pubblica.

Purtroppo però ad oggi non risulta nessuna comunicazione ufficiale, e in effetti se si vanno a controllare i documenti del bando di gara, disponibili qui, si evince che:

  • In una prima fase, che dovrebbe essere iniziata il 1° Giugno 2018, si inizieranno a valutare tutte le caratteristiche delle società che hanno presentato le domande di partecipazione alla gara pubblica, quindi una verifica approfondita per constatare se effettivamente queste società sono in grado di adempiere a quanto il bando chiedeva, la costruzione e la gestione di infrastrutture a banda ultra larga.
  • Terminata la prima, nella seconda fase Infratel valuterà le offerte economiche proposte e anche i progetti tecnici per verificare chi vince nel rapporto qualità/costo, che sarà poi la società vincitrice.

La grande favorita come il 1° e 2° Bando Infratel è senza ombra di dubbio la società Open Fiber che chiudrebbe così il cerchio degli interventi, ma questa volta si potrebbe essere affacciata anche la TIM – Telecom Italia con una proposta allettante, visto sopratutto l’entita minore, in termini economici, del Terzo Bando rispetto agli altri, purtroppo però non abbiamo nessun nome ufficiale.

Banda Ultra Larga in Italia

In Italia a Giugno ci sono state due novità abbastanza importanti sulla Banda Ultra Larga, il rilancio dell’attività del Consiglio di Amministrazione e del presidente di TIM e le dichiarazioni del nuovo Ministro dello Sviluppo Economico Luigi di Maio.

TIM e Open Fiber insieme?

A Marzo di quest’anno il CDA di TIM aveva dato via libera al nuovo Amministratore Delegato, Amos Genish, di avviare le procedure necessarie allo scorporo della rete TIM, questo scorporo come già ampiamente annunciato nel Piano Strategico TIM 2018-2020, denominato “DigiTIM” consentirà la creazione di una nuova società cd. Newco o Telco, che si occupera interamente di gestire autonomamente e neutralmente l’intera rete di telecomunicazioni di Telecom in Italia, quindi tutte le infrastrutture, centrali telefoniche, linee, impianti stradali e cosi via.

La scorsa settimana l’avventuroso Genish ha voluto spingersi oltre, già si pensava o comunque si vociferava ad un possibile accordo con Open Fiber, la società di Enel che si occupa della copertura in fibra ottica FTTH (Fiber to the Home), ma ora è arrivata una ulteriore conferma proprio dall’Amministratore. La TIM quindi sarebbe pronta a collaborare per creare una partnership tra la nuova società rete di TIM che nascerà e Open Fiber, si parla già di incontri avvenuti in modo informale per cercare di capire se la cosa può essere fattibile, a livello economico e amministrativo.

A livello tecnico per il raggiungimento degli obbiettivi dell’Agenda Digitale sarebbe una grossa novità, perchè se da un lato TIM ha una rete in FTTH molto piccola ma la maggioranza delle reti e delle infrastruttre, dall’altro lato Open Fiber sta crescendo con le sue nuove reti di ultima generazione, ma per un decisa accellerazione sulla copertura sarebbe molto utile avere dalla propria parte le grosse infrastrutture e tutto il know how di Telecom, oltre al fatto che la “pacificazione” tra le due società metterebbe da parte per sempre la rivalità e i tentativi dell’una o dell’altra parte di contrarsi a vicenda.

Adesso si dovrà esprimere anche l’AGCOM (Autorità garante per le telecomunicazioni) in merito, staremo a vedere che cosa succederà nei prossimi mesi.

Il Ministero dello Sviluppo Economico va avanti su Banda Ultra Larga e 5G

Con l’insediamento del nuovo governo, Carlo Calenda, Ex ministro dello Sviluppo Economico, passa la palla al neo Ministro Luigi di Maio, e sul tavolo c’è ovviamente anche il Progetto Nazionale per Banda Ultra Larga e l’Agenda Digitale Italiana. In un primo momento si palesava il totale disinteresse di queste tematiche, sin dalla presentazione del “Contratto di Governo” che non vede nessuna voce sull’Agenda Digitale ma anche le forze di maggioranza in Parlamento non si erano ancora espresse.

La giornata internazionale dell’Internet Day è stata la prima occasione per il Ministro del Lavoro e dello Sviluppo Economico per parlarne, la linea del nuovo esecutivo sostanzialmente rimane la stessa di quello precedente, guidato prima da Renzi e da Gentiloni poi, gli investimenti sul digitale in Italia non si fermano e proseguono.

“La banda ultra larga e 5G priorità di governo” ha detto Di Maio, aggiungendo: “Proseguirà il percorso di potenziamento delle infrastrutture di rete proseguendo l’investimento nel piano banda ultralarga e 5G. Intendiamo anche completare la riforma del roaming a livello europeo che rimane una riforma monca. I costi che ancora permangono sia pure limitatamente devono essere completamente eliminati per dare ulteriore slancio alle imprese che esportano e alla mobilità dei cittadini”.

Insomma se c’è stato un iniziale smarrimento da parte dei cittadini molto interessati all’argomento, come me, che reputano cioè questo un settore strategico e molto importante per l’Italia, è stato un bel chiarimento per poter proseguire tutti gli importanti investimenti già iniziati.

Proprio sulla Banda Ultra Larga ci sono indiscrezioni che parlano di Di Maio in prima fila a Luglio proprio per accompagnare la TIM e Open Fiber sulla fusione, o comunque per entrare in contatto in linea diretta.

Il Progetto Nazionale comunque prosegue, gli investimenti e i lavori pubblici vanno avanti, anche gli operatori proseguono, seppur a rilento, la copertura delle città, specialmente quelle più grandi.

Operatori Privati

Con gli operatori privati abbiamo:

  • TIM – Telecom Italia che ha attualmente in pianificazione 96 comuni/centrali telefoniche con tecnologia NGA per la Banda Ultra Larga. Come si può vedere anche dai dati aggiornati qui sotto.
  • Open Fiber che privatamente continua a coprire le città italiane, nella home page trovate la mappa interattiva con tutte le città già coperte o in corso di realizzazione. Al 31 Maggio 2018 Open Fiber con fondi privati è riuscita a raggiungere 3 Milioni di unità immobiliari con la tecnologia FTTH (Fiber to the Home) che consente di arrivare ad avere una connessione in fibra ottica per ogni utenza maggiore di 100 Mbps, in qualunque caso, e di arrivare tranquillamente anche a 1Gbps.

Lavori e Bandi Pubblici

Da parte pubblica invece abbiamo la società Infratel che come ben sappiamo sta gestendo tutti i lavori pubblici:

Intervento Diretto Infratel nelle Aree Bianche e rurali

Lavori dedicati alla tecnologia FTTC per assicurare una connessione alle unità immobiliari con velocità ad almeno 30 Mbps. Questi interventi diretti racchiudono tutti gli interventi regionali ed autonomi nelle regioni di: Abruzzo, Calabria, Lazio, Lombardia, Marche, Puglia, Sardegna e Toscana.

Dati aggiornati qui sotto.

Purtroppo non si conoscono ancora i dettagli per quanto riguarda l’attivazione nei comuni già coperti da questa fibra ottica “spenta”, il 31 Marzo si è conclusa una consultazione con gli operatori in merito ma non sono stati resi noti ancora i dettagli.

Primo e Secondo Bando Infratel

Bandi di gara pubblici avviati da Infratel nel corso dello scorso anno, questi bandi consentiranno di coprire tutti i comuni e tutte quelle aree bianche “a fallimento di mercato” rimaste fuori da tutti gli altri interventi, compreso quello diretto Infratel.

Le regioni coinvolte sono: Abruzzo, Basilicata, Campania, Emilia Romagna, Friuli Venezia Giulia, Lazio, Liguria, Lombardia, Marche, Molise, Piemonte, Sicilia, Toscana, Trentino-Alto Adige, Umbria, Valle D’Aosta e Veneto.

Il bando di gara è stato vinto dalla società di Enel, Open Fiber, che sta attualmente eseguendo i lavori di copertura nei primi lotti, in questa sezione del sito ufficiale Infratel trovate lo status dei lavori, mentre in questa sezione del sito ufficiale Open Fiber potete trovare la mappa e tutte le informazioni sui bandi di gara e i lavori in esecuzione. Tutti questi interventi a differenza di quello diretto Infratel in cui sono coinvolte anche le regioni, la tecnologia utilizzata sarà quella della fibra ottica fino a casa, quindi FTTH, per assicurare una connessione pari ad almeno 100 Mbps e/o comunque superiore.

Terzo Bando Infratel

Terzo Bando Infratel: l’ultimo bando di gara pubblico avviato quest’anno che riguarda le Regioni di Calabria, Puglia e Sardegna, come per gli altri due bandi pubblici anche questo consentirà di coprire le aree scoperte a fallimento di mercato e in cui non intervenuti gli operatori privati.

Il 30 Maggio 2018 è scaduto il termine di presentazione delle domande per partecipare al bando, si è in attesa di sapere quale società prendera parte a quest’ultimo bando che completa gli interventi del progetto Banda Ultra Larga Italia avviato nel 2015 dal Governo Italiano. Tutti i dettagli qua sotto.

Dati Aggiornati – Sardegna

Di seguito potete trovare le fonti aggiornate per i Comuni coperti e attivi e i comuni pianificati da parte pubblica e privata. Da TIM per quanto riguarda i 45 Comuni attivi (sulla mappa in verde) e i comuni pianificati (sulla mappa in blu), con tecnologia FTTC (Fiber to the Cabinet) e FTTH (Fiber to the Home).

Lista Comuni/Centrali telefoniche in Pianificazione da TIM (Italia)

Lista Comuni/Centrali Attive da TIM (Italia)

Qui invece per i singoli Armadi Ripartilinea per la Tecnologia FTTC

Lista Armadi Ripartilinea in Pianificazione da TIM (Italia)

Lista Armadi Ripartilnea Attivi TIM (Italia)

Progetto BUL Sardegna – Pubblica

Per il Progetto BUL Pubblica i dati arrivano da Infratel che si occupa insieme alla Regione Sardegna delle pianificazioni e dei lavori in tutti gli altri Comuni, con tecnologia FTTC (Fiber to the Cabinet).

In questa pagina potete trovare ogni mese gli aggiornamenti allegati.

Elenco Comuni e Aree con Intervento Diretto – BUL Infratel

Terzo Bando Infratel

Qua potete trovare l’elenco dei comuni e delle aree che saranno oggetto del Terzo Bando Infratel, aree che sono state escluse dagli interventi Regionali e convogliate da Infratel in un bando pubblico di prossima pubblicazione.

Nel sito www.gareinfratel.it, si possono trovare tutti i dettagli tecnici, i file allegati e l’elenco dei comuni aggiornato, che saranno interessati dagli interventi una volta che la società avrà vinto l’appalto. Nel file Excel (Sardegna, Calabria e Puglia) ci sono tutte le percentuali di copertura in Banda Ultra Larga per il 2020, percentuali calcolate in base alle previsioni con interventi sia pubblici che privati.

Se volete avere più informazioni o chiarimenti lasciate un commento qui sotto o contattatemi, vi risponderò nel più breve tempo possibile in merito ai vostri quesiti sulla Banda Ultra Larga in Sardegna. Vi rimando al prossimo aggiornamento che verrà pubblicato alla fine di questo mese di Giugno, buona permanenza su Sardegna Digital!

Precedenti aggiornamenti sulla Banda Ultra Larga – Sardegna Digital

  1. Aggiornamento di Agosto 2017
  2. Aggiornamento di Settembre 2017
  3. Aggiornamento di Ottobre/Novembre 2017
  4. Aggiornamento di Dicembre 2017
  5. Aggiornamento di Gennaio 2018
  6. Aggiornamento di Febbraio 2018
  7. Aggiornamento di Marzo 2018
  8. Aggiornamento di Aprile 2018
  9. Aggiornamento di Maggio 2018

Fonti usate nell’approfondimento di: Infratel, TIM – Telecom Italia, Regione Sardegna

Scritto da: 

Fabio, classe 1993, Nerd fino al midollo, cresciuto tra videogame, computer, e apparecchi elettronici, sempre alla ricerca di novità in campo digitale. Ho una certa esperienza nel mondo della tecnologia, dell'informatica e delle telecomunicazioni.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.