Iger Sardegna

IgerSardegna, l’isola in mostra su Instagram

La Sardegna ha sempre avuto un ottimo rapporto con i social network e soprattutto con la fotografia, non è un caso di fatti che su tutte le piattaforme l’isola e i suoi abitanti siano sempre presenti in forze, specialmente ed ultimamente per quanto riguarda le foto in mobilità tramite smartphone, che ritraggono la nostra cultura, i bellissimi paesaggi naturali, il cibo, il turismo e le persone sul territorio.

Una piattaforma digitale e social che maggiormente si adatta a questo tipo di diffusione è senza ombra di dubbio Instagram, in cui la foto è tutto e si unisce alle piattaforme social. Negli ultimi anni ha conosciuto un vero e proprio boom a livello internazionale ma anche in Italia, gli utenti sono sempre in crescità costante, così come i contenuti (foto e video) che vengono pubblicati ogni giorno, ogni minuto e ogni secondo della giornata.

Una piccola fotografia del panorama Instagram in Italia:

Instagram segue la tendenza inversa e raggiunge i 19 milioni di utenti mensili, contro i 14 milioni di un anno fa, il che si traduce in una crescita del 36% su base annua, che sgretola la crescita monstre del 27% registrata tra il 2016 e il 2017.Instagram

Gli utenti attivi ogni giorno sono almeno 11 milioni, dato che fa gola agli inserzionisti che sono già 2 milioni circa, per i quali l’aspetto demografico è importante, così come è importante sapere che le Storie di Instagram piacciono a 14 milioni di utenti (quindi il 75% degli utenti attivi).

In Sardegna la diffusione non è da meno, basti pensare che l’hashtag #Sardegna, con cui vengono identificati e cercati i contenuti sulla piattaforma, è stato generato ben 7.200.000 di volte, la versione inglese invece (#Sardinia) conta ben 5.000.000 di post, a riprova del fatto che la Sardegna viaggia è ben visibile in tutto il mondo!

Con questi numeri impressionanti sulla piattaforma ovviamente ci si guadagna in termini di fama, e si fa anche tanta promozione, e infatti oltre agli utenti tradizionali con il passare del tempo e prevedibilmente, crescono sempre di più anche aziende, associazioni, gruppi e community, una tra le più famose è senza ombra di dubbio InstagramersItalia o più semplicemente IgersItalia.

Vista l’enorme quantità di contenuti targati Iger (basta farsi un giro tra gli hashtag per rendersene conto), vi sarà sicuramente capitato, scorrendo la vostra timeline di Instagram, di imbattervi nelle loro foto, video e stories. IgersItalia lo sa benissimo, e anche i suoi iscritti, appassionati o professionisti che siano, ogni giorno si armano di smartphone e di dispositivi digitali per raccontare una storia nuova o antica attraverso le immagini, e portarvele a voi, fan o meno.

Dal Sito Ufficiale dell’Associazione:

Igersitalia è l’Associazione nazionale che riconosce, rappresenta e tutela gli appassionati e i professionisti specializzati nella produzione di contenuti digitali. Abbiamo costruito la più grande Community italiana legata al mondo della comunicazione visiva, con particolare riferimento alla fotografia digitale, alla mobile photography e, più in generale, alla produzione di contenuti multimediali. Igersitalia è l’unica Community riconosciuta a livello nazionale e Internazionale ed è parte del movimento mondiale Instagramers, fondato da Philippe Gonzalez nel gennaio 2011 a Madrid. I gruppi di Instagramers nel mondo sono oltre 500 e in continua crescita. In Italia sono presenti 100 Community animate da circa 300 Community Manager a livello regionale e provinciale.

Stiamo sicuramente parlando di una community e di una associazione che hanno dei numeri non trascurabili e che crescono di giorno in giorno, (attualmente 222k followers) la missione di IgersItalia non è solo quella di radunare un gruppo di persone appassionate di fotografia, paesaggi naturali, dispositivi mobile e della piattaforma Instagram, ma è anche quella di promuovere le bellezze e le eccellenze del territorio in cui un “Iger” vive e/o lavora.

In ogni territorio, Provincia e Regione dell’Italia l’associazione ha a disposizione tantissimi instagramers che si mettono in gioco e sono iscritti ufficialmente come “Community Manager”, ogni Manager di zona è una figura fondamentale per IgersItalia, senza la quale non potrebbe coordinare la promozione e la crescita della community locale. Di fatti queste guide del territorio su instagram, solitamente 2 persone per provincia, devono avere su di se la responsabilità di sviluppare e coordinare tutti gli utenti che partecipano alle loro iniziative, in base ovviamente a delle linee guida e a dei principi ben specifici.

IgersItalia suddivide le attività principali che si svolgono sul territorio in 3 punti:

  • Visual Storytelling attraverso i canali social nazionali e locali
  • Challenge fotografici anche in collaborazione con destinazioni e brand
  • Meeting fotografici offline (Instameet e Instawalk) che coinvolgono un numero sempre maggiore di appassionati e professionisti interessati a condividere con il mondo, grazie al potenziale di Instagram e degli altri Social Network, le proprie opere (foto, video, stories) per promuovere il patrimonio storico, artistico, culturale e ambientale del nostro Paese.

 

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Igers Sardegna (@igers_sardegna) in data:

Quindi oltre all’azione quotidiana i ragazzi Igers si radunano, creano collaborazioni, promuovono brand e sponsorizzano, spesso insieme alle realtà locali ed enti pubblici ma anche imprese e aziende, questi ragazzi hanno tra le mani un potente mezzo di comunicazione digitale e di grande impatto, incredibile dal punto di vista della pubblicità e diffusione.

Ma non è ovviamente solo l’abito che fa il monaco, per cui c’è da considerare sicuramente anche l’abilità di questi ragazzi che oltre alla passione ci mettono originalità e in tantissimi casi anche delle professioni vere e proprie messe a disposizione. Un esempio possono essere videomaker oppure organizzatori di eventi che nel loro tempo libero usano le loro abilità a disposizione per la community.

Questo nuovo modo di comunicare e che una associazione come questa ha colto nel segno, non è solo la velocità con cui vengono diffuse le immagini, i video e le stories sulle piattaforme, ma fa si che si crei una particolare collaborazione, che da una parte consente alle aziende ed alle imprese nel settore turistico-ricettivo (pensiamo ad un agriturismo poco attivo su internet e sui social) di promuovere e attirare nuovo pubblico e clienti sulla sua cucina e ospitalità, allo stesso tempo l’associazione IgersItalia continua a crescere, farsi conoscere e sviluppare nuove capacità.

La VI Assemblea Iger in Sardegna

Ogni anno l’assemblea come già detto organizza tanti eventi, e oltre a quelli già descritti ci sono i più importanti che sono le assemble annuali, che a rotazione vengono organizzate in ogni Regione Italiana, l’ultima VI edizione si è tenuta proprio nella nostra Sardegna, lo scorso mese di Settembre, durata in tutto 3 giorni e organizzata con la collaborazione dell’Assessorato al Turismo della Regione Sardegna e con l’appoggio di tantissimi partner e aziende del settore turistico.

Oltre a fare il punto della situazione sull’associazione con confronti, dibattiti e scambi di opinioni tra gli Igers ovviamente si è dato molto spazio al territorio che li ospitava, in giro per tutta l’isola tra Alghero, Cagliari, Cabras e Bosa, quattro città e altrettanti paesaggi per fare un riassunto su quello che può offrire la Sardegna, con il cibo, con l’ospitalità e con i suoi paesaggi che gli Iger provenienti da tutta Italia, considerando i numeri generati da questo evento, hanno apprezzato tantissimo, arrivando a definire (come spesso accade) l’isola un continente tutto da scoprire.

100 instagramers a spasso da nord a sud, 4 comuni invasi, ad oggi quasi 700 post taggati #assembleaigersitalia2018, hashtag che ha raggiunto nel giro di tre giorni un engagement pazzesco la cui reach ha superato quota 100mila. Di conseguenza, l’hashtag #Sardegna ha subito un’impennata che lo ha portato a raggiungere e a superare i 7 milioni di post su Instagram.

Qua potete gustarvi il resoconto completo delle tre giornate curato dalla brava Iger Erica Costa, local manager di Sassari.

In Sardegna l’associazione, con il nome di IgerSardegna sotto la guida della Regional Manager Alessandra Polo, sforna tantissimi contenuti tramite i suoi utenti isolani, e fino ad ora i numeri non solo male: più di 4.000 post tra foto e video, 62mila followers e 1400 profili seguiti, tutti in costante crescita.

Basta uno sguardo al profilo Instagram per rendersi conto di come i ragazzi Iger sappiano catturare bene ogni caratteristica e ogni peculiarità della Sardegna e dei sardi attraverso un semplice smartphone e con un potente mezzo come la fotografia.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Igers Sardegna (@igers_sardegna) in data:

Oltre alle storie ci sono anche tante informazioni che vengono “regalate” ai followers, su un piatto tipico, su un territorio, su un paese, su una cultura o usanza sarda, insomma, non solo immagini ma anche tante informazioni e curiosità che ai più sfuggono, tutto sui temi storici, culturali, paesaggistici.

Considerando tutto questo e la quantità di contenuti di ogni giorno si vede chiaramente la passione e allo stesso tempo la qualità del lavoro degli Igers, si potrebbero benissimo definire dei volontari e allo stesso tempo ambasciatori dei territori.

Francesca, una vera “donna avventura” della Sardegna

Anche io come tanti ragazzi ho avuto la fortuna di conoscere da vicino questa Community, per quel che mi riguarda alle iniziative che ho partecipato ho sempre trovato un bellissimo clima, amichevole e molto aperto, non è stato difficile farsi nuove amicizie e scambiarsi opinioni praticamente su tutto! È grazie a Francesca, mia carissima amica, attualmente Local Manager per la Provincia di Oristano per l’associazione, che mi ha introdotto come utente e fan.

Francesca è una ragazza che si può definire avventurosa, sportiva, solare e molto digitale, ama alla follia viaggiare in tutto il mondo, gli piace molto la fotografia, e da alcuni anni si è affacciata sul mondo del web, sia come hobby ma anche tramite il suo Blog per raccontare i suoi viaggi e le sue esperienze > ViaggiareLontano.com

 

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Francesca (@viaggiarelontano) in data:


Vista la sua esperienza nella Community Iger e in questo tipo di “avventure”, gli ho chiesto se fosse disposta a sottoporsi ad alcune domande ed includere in questo approfondimento una sua intervista. Devo assolutamente ringraziarla, ma vista l’enorme disponibilità non c’è stato bisogno di chiederlo due volte, ecco le domande che gli ho rivolto:

  • Quando e perché ti sei iscritta su Instagram?

“Mi sono iscritta ad Instagram nel 2014, un pò per gioco come tutti. Ai tempi ovviamente non conoscevo ancora le potenzialità dell’app e lo usavo raramente per pubblicare qualche foto di vita quotidiana. Nel 2015 con la mia prima macchina fotografica ho finalmente potuto coltivare la passione per la fotografia, cosa che mi ha spinto ad usare maggiormente questo social per pubblicare i miei primi scatti e condividerli con gli amici. Dal 2016 in poi ho iniziato ad esplorare il mondo del digital e a capire quante opportunità potesse offrire, studiando i continui cambiamenti di algoritmo e modificando l’account già esistente per adattarlo a vetrina per il blog, che avevo creato nello stesso anno.”

  • Perchè hai deciso di aderire a IgerSardegna?

“Nel dicembre del 2016 sono tornata a vivere in Sardegna e ho dedicato gran parte del mio tempo alla scoperta dell’isola, dalle coste alla montagna, dalle tradizioni alle diverse culture che caratterizzano i paesi. È stato grazie alla passione per la fotografia, la voglia di far conoscere la Sardegna e il mostrare posti sempre nuovi che ho deciso di voler entrare nella community, nel mio caso Igers Oristano, contribuendo come gli altri membri a valorizzare sui social la nostra terra.”

• Come ti ha accolto la Community e come vedi il rapporto con la Sardegna?

“Sono di parte, ma sicuramente l’idea e il progetto dietro cui si basano le community sono una cosa geniale per promuovere il territorio. Grazie alla pubblicità sui social dei diversi luoghi che caratterizzano la nostra bella isola, le tradizioni, il cibo e gli usi e costumi, si attira un consistente pubblico di diverse fasce d’età, espandendo le opportunità di far conoscere maggiormente tutto ciò che è la Sardegna. Quante volte tramite la ricondivisione di una foto è stato possibile far conoscere un luogo di cui molti non sapevano l’esistenza? E quante invece grazie agli eventi organizzati dalle community, una zona poco conosciuta è diventata subito a portata di tutti? Basta tornare indietro di poche settimane fa all’Instameet organizzato a Badde Salighes, un bellissimo angolo del nuorese che pochi conoscevano e che grazie alla passeggiata fotografica, realizzata da Igers Sardegna e Igers Nuoro, è divenuto subito “famoso”, attirando tante persone curiose.”

• Come ti sei trovata all’interno della community? Hai fatto nuove amicizie?

“È come far parte di una grande famiglia. Tutti hanno in comune l’amore per la fotografia e per i social e questo porta automaticamente a creare delle amicizie con gli stessi interessi. Provenendo da tutte le parti della Sardegna è raro che riusciamo a trovarci per qualche uscita quotidiana, ma grazie agli incontri organizzati da tutte le community possiamo vederci spesso ed è subito festa! Ovviamente ci teniamo sempre in contatto tramite i gruppi social.”

  • Secondo te quale sarà il futuro del gruppo?

“Non si può mai prevedere il futuro ma visto che il mondo del digitale è in continua evoluzione molto probabilmente anche le community di Igers Italia si evolveranno allo stesso passo. L’associazione degli Instagramers è un potente mezzo di comunicazione per far conoscere il territorio italiano sia in offline ma anche in online, avvicinando le persone al territorio e alla cutura. Avendo ormai una grande impronta nel turismo molto probabilmente con il passare degli anni si assisterà ad una maggiore espansione a livello nazionale.”

• Secondo te anche per Instagram come Facebook arriverà il momento del declino?

“So che molti non sono d’accordo con questa idea ma secondo me sì. Arriverà un giorno in cui i social che abbiamo oggi verranno sostituiti da qualcosa di più grande. Sembra impossibile, visto come le tecnologie sono ormai il nostro pane quotidiano, ma questo non si può mai dire. Intanto ci godiamo il presente e cerchiamo di stare al passo ai continui mutamenti di algorismo dei social.”

• Tu hai un blog personale dedicato al tema dei viaggi, viaggiarelontano.com, che cosa vuoi raccontare?

“Come ho raccontato all’inizio l’idea del blog è nata nei primi mesi del 2016 e con il tempo ha subito diversi cambiamenti.
Attualmente il blog è incentrato sui viaggi in solitaria, quelli low cost e da zaino in spalla per intenderci. Mi piacerebbe ispirare le ragazze a viaggiare da sole, cercando di far capire che non bisogna avere paura di uscire dalla propria zona comfort e che il mondo la fuori non è brutto come molto spesso lo dipingono. Con le notizie che succedono ultimamente sembra quasi una pazzia viaggiare da soli, ma bastano delle accortezze e stare attenti ad alcune cose che si ritorna a casa sani e salvi! Se non avessi iniziato a prendere e partire da sola adesso non avrei visto la metà dei luoghi in cui sono stata! Oltre ai viaggi per il mondo ho dedicato una grande sezione alla Sardegna: qui cerco di valorizzare il più possibile tutte le attività che si possono fare sull’isola, i posti da vedere – che non siano solo le spiagge che attirano tutti i turisti, ma anche le bellissime zone dell’entroterra, quelle che pochi conoscono – e i vari eventi. Ovviamente non è un lavoro a tempo pieno e non sono neppure sicura che un giorno lo diventerà, anche se ci spero e sto lavorando affinché ciò accada; per il momento è un buon punto d’appoggio per chi cerca informazioni utili sui viaggi e su ciò che c’è da fare sull’isola. In futuro chi sa, questo settore è già abbastanza saturo, ma non è detto che con le idee chiare e un buon lavoro non si riesca ad emergere, giusto?”

Per saperne di più su Francesca vi invito a visitare il suo Blog, ViaggiareLontano.com, vi aspettano tantissimi viaggi e tantissime storie dalla Sardegna ma anche da tutto il mondo, non ve ne pentirete!


Il mondo Iger è sicuramente molto particolare e magari da fuori non si nota tutto il lavoro e tutte le iniziative che ci sono dietro, tutti i ragazzi che ci mettono cuore e passione nel progetto, tutto volontario. Con questo approfondimento e con l’intervista fatta ad una vera Iger spero di avervi incuriosito e fatto luce su quello che è il mondo degli Instagramers.

Qua potete vedere il servizio e l’intervista integrale che Alessandra Polo (Regional Manager), Daniela Deidda e Giorgio Muceli (Igers Cagliari & Nuoro) hanno rilasciato il mese scorso al TGR Buongiorno Regione di Rai 3, in occasione dell’assemblea Iger di cui abbiamo parlato.

L’articolo, ad eccezzione dell’intervista a Francesca di IgersOristano, sono frutto delle mie considerazioni ed opinioni, se qualcuno avesse bisogno di chiarimenti o volesse fare un reclamo potete inviare una mail a info@sardegnadigital.it

Fonti: Instagram, InstagramersItalia, IgerSardegna, IgerOristano, ViaggiareLontano

Scritto da: 

Fabio, classe 1993, Nerd fino al midollo, cresciuto tra videogame, computer, e apparecchi elettronici, sempre alla ricerca di novità in campo digitale. Ho una certa esperienza nel mondo della tecnologia, dell'informatica e delle telecomunicazioni.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ho letto è accetto la Privacy Policy e il Trattamento dei dati personali di Sardegna Digital.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.