La Sardegna cerca uno spazio nella valle dei Nerd

Sin dal 2015 nella valle dei Nerd, la Silicon Valley, in California si tiene la Sec2Sv-Startup Europe comes to Silicon Valley, il programma che riunisce ogni anno gli investitori, le start up e i protagonisti imprenditoriali da tutta l’Europa e li porta nella valle supertecnologica californiana, per coinvolgerli in una settimana di incontri e workshop.

Questo gruppo ha come obbiettivo quello di entrare in contatto con i principali partner del settore negli Stati Uniti d’America per riuscire a trovare accordi vantaggiosi per entrambi, finanziamenti per le idee e nuovi progetti da sviluppare oltreoceano. L’evento viene organizzata da Mind the bridge, su mandato della Commissione e del Parlamento Europeo, con il supporto di Eit Digital.

Quest’anno a partecipare ci sarà anche ufficialmente la Sardegna, con i suoi rappresentanti istituzionali, specialmente per il mondo del lavoro. A rappresentare l’isola ci sono il direttore generale dell’Agenzia Sarda per le Politiche Attive del Lavoro, Massimo Temussi, e il direttore del Centro di Programmazione Regionale Gianluca Cadeddu, invitati all’evento per partecipare all’European Innovation Day, che si è tenuto al Computer History Museum di Mountain View (la stessa zona dove ha sede Google per intenderci) in quel di San Francisco.

Nella delegazione sono presenti anche tre europarlamentari, tre segretari di Stato, da rappresentanti ufficiali di Commissione europea, Parlamento europeo e Comitato delle Regioni.

Tutti i rappresentanti sono stati accompagnati anche da importantissimi attori nel settore dell’hi-tech, di Internet e dell’Informatica, investitori e senior executive di multinazionali del calibro di Microsoft, Google, Linkedin, etc. con una agenda ricca di incontri e meeting in ambito tecnologico.

A questi incontri non a caso hanno partecipato i direttori che si occupano di lavoro e sviluppo economico in Sardegna, il tutto è legato a progetti che serviranno a programmare interventi strutturali per il lavoro, progetti che sono già partiti, primo fa tutti l’Entrepreneurship and Back, lanciato dalla Giunta Pigliaru per incrementare le competenze, la cultura e lo spirito d’intrapresa economica dei giovani sardi, studenti universitari o neolaureati, per andare ad arricchire il sistema imprenditoriale e quello del lavoro sull’Isola.

Il programma è gestito appunto dall’ASPAL e dal CRP Sardegna, l’Entrepreneurship and Back è una misura molto importante per lo sviluppo sull’isola, ideata sulla scorta dell’esperienza ormai più che decennale maturata dalla Regione con il programma Master and Back, e prevede la possibilità per studenti universitari o neolaureati, futuri imprenditori, di usufruire di un percorso formativo in centri internazionali di eccellenza specializzati in formazione all’imprenditorialità, come quelli appunto che hanno sede nella Silicon Valley. Una volta acquisite le competenze necessarie, i partecipanti sono invitati ad inserirsi nel contesto produttivo della Sardegna valorizzando l’esperienza acquisita, con il sostegno economico e l’accompagnamento per la realizzazione della propria idea di impresa.

Fonte: Regione Sardegna (www.regione.sardegna.it)

Written by 

Fabio, classe 1993, Nerd fino al midollo, cresciuto tra videogame, computer, e apparecchi elettronici, sempre alla ricerca di novità in campo digitale. Ho una certa esperienza nel mondo della tecnologia, dell'informatica e delle telecomunicazioni.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.