Lo sviluppo dell’interno passa anche per la fibra ottica

Nella giornata di ieri l’assessore degli Affari Generali Filippo Spanu è intervenuto ad un incontro pubblico sulle strategie di sviluppo dell’area del Gennargentu-Mandrolisai che si è svolto al Teatro Civico di Sorgono.

Erano presenti l’amministratore della Provincia di Nuoro Costantino Tidu e i sindaci del territorio. L’Assessore si è soffermato specialmente sulla diffusione della banda ultralarga che sta interessando in questi mesi tutta la Sardegna, un progetto sostenuto dalla Regione e che prevede connessioni internet più veloci con vantaggi concreti per i cittadini e per le imprese che vivono e operano nelle aree rurali.

Ha dichiarato:

“La banda ultralarga garantisce crescita sociale ed economica e rappresenta llo essenziale per il rilancio dei territori”.

Molti non ci fanno caso ma la tecnologia della fibra ottica è ottima per avvicinare sempre di più le comunità rurali, spesso isolate, ma anche per aiutare maggiormente le imprese ad affaciarsi in tutto il mondo.

Sui progetti necessari per lo sviluppo del Gennargentu-Mandrolisai Spanu ha detto che:

“occorre delineare al più presto le esigenze specifiche delle comunità e procedere rapidamente all’elaborazione dei piani”.

Infine l’assessore ha sottolineato che la Giunta guidata da Francesco Pigliaru, insieme a Prefetture e Anci, intende rafforzare il sistema di accoglienza diffusa dei migranti, che possono offrire un contributo prezioso ai comuni delle aree interne. Su questo tema nei prossimi giorni verrà sottoscritto un Protocollo d’Intesa.

Fonte: Regione Sardegna (www.regione.sardegna.it)

Scritto da: 

Fabio, classe 1993, Nerd fino al midollo, cresciuto tra videogame, computer, e apparecchi elettronici, sempre alla ricerca di novità in campo digitale. Ho una certa esperienza nel mondo della tecnologia, dell'informatica e delle telecomunicazioni.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.