Open Fiber

Open Fiber coprirà i comuni della Città Metropolitana di Cagliari

Nonostante l’emergenza sanitaria che stiamo vivendo in queste settimane le imprese tecnologiche e del settore della telefonia continuano a lavorare per le infrastrutture digitali in Italia, e in Sardegna.

L’ultima novità riguarda la società Enel di Open Fiber che come ben sappiamo si occupa della posa della fibra ottica casa per casa, con connessione diretta e interamente ottica per mezzo della tecnologia FTTH (Fiber to the Home), tecnologia a Banda Ultra Larga.

In Sardegna attualmente i comuni coperti o coinvolti dai lavori per le Reti di Open Fiber sono Cagliari (hinterland), Sassari, Quartu Sant’Elena e Oristano. Per quanto riguarda la Città Metropolitana di Cagliari la società aveva già ampiamente detto che avrebbe coperto tutti i comuni che ne facevano parte.

A Sestu i cantiere ed i lavori per la posa della fibra ottica, per usufruire della Banda Ultra Larga sono già partiti da qualche settimana, come annunciato su alcuni quotidiani locali dal Sindaco Paola Secci:

Il comune è tra i cinque scelti in Sardegna per la realizzazione della nuova rete. Abbiamo colto questa opportunità che, seppure potrà creare qualche disagio nel breve periodo per la sua realizzazione, offre innegabili vantaggi e opportunità di sviluppo del nostro territorio nel lungo periodo.»

Le nuove reti telematiche fisse consentiranno a cittadini ed imprese di viaggiare o meglio, connettersi ad Internet fino a 1 Gigabit per secondo in Download e 300 Megabit in Upload, grazie ai cavi di fibra dedicata casa per casa. Per evitare molti disagi e velocizzare i lavori verranno utilizzati cavidotti esistenti nel sottosuolo.

«Se si pensa che appena tre anni fa il nostro Comune aveva come unica possibilità la connessione ADSL fino a 20Mb e che in questo breve lasso di tempo siamo passati alla banda larga fino a 300 Mb, e tra pochi mesi si potrà usufruire della banda ultralarga fino a 1GB, mi sembra che sia stato compiuto un gigantesco passo avanti. Questa è una delle precondizioni più importanti per lo sviluppo economico locale.» Conclude il Sindaco.

A Capoterra invece i cantieri non sono ancora iniziati e prenderanno piede prima dell’inizio dell’estate. Saranno utilizzate le medesime modalità di scavo, posa e di servizi di connetività.

Open Fiber così come in tutti gli altri comuni che sono stati coperti fino ad ora, con fondi pubblici o privati, utilizzerà i propri partner ed operatori telefonici (Tiscali, Vodafone, Fastweb, Wind 3 ecc.) per poter offrire ai clienti la connetività ad Internet.

In Sardegna Open Fiber sarà protagonista nella maggioranza dei comuni per la posa della fibra ottica a banda ultra larga specialmente nel 2022. Interventi che riguarderanno il lotto del Terzo Bando Infratel, per i comuni non ancora coperti o non del tutto completati dagli altri operatori

Fonti: Comune di Sestu – Comune di Capoterra

Scritto da: 

Fabio, classe 1993, Nerd fino al midollo, cresciuto tra videogame, computer, e apparecchi elettronici, sempre alla ricerca di novità in campo digitale. Ho una certa esperienza nel mondo della tecnologia, dell'informatica e delle telecomunicazioni.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.