Wi-Fi Italia

TIM & Piazza Wi-Fi Italia, internet senza fili gratuito in molti comuni d’Italia

Il progetto Italiano di coprire tutti i comuni d’Italia con reti senza fili a banda larga (0-20 Megabit/s) o ultra larga (30 > Megabit/s) non è nuovo, la società incaricata Infratel Italia del Ministero dello Sviluppo Economico, segue tutti i bandi ed i progetti per il Governo che riguardano le telecomunicazioni in Italia.

Tra gli altri progetti, come quello per la Banda Ultra Larga per i cittadini privati e le imprese, c’è anche “Piazza WiFi Italia“, progetto che ha l’obiettivo di mettere a disposizione una rete Wi-Fi libera e diffusa su tutto il territorio nazionale e prevede la realizzazione di collegamenti senza fili con tecnologia Wi-Fi, ad accesso gratuito, in una o più piazze dei circa 8.000 comuni destinatari dell’iniziativa, o che ne faranno richiesta.

Recentemente è stata pubblicata una gara pubblica che consentirà la realizzazione dei collegamenti Wi-Fi negli oltre 5.500 comuni italiani con più di 2.000 abitanti, l’obiettivo è quello di di integrare ed ampliare il progetto già esistente per circa 2.500 comuni fino a 2.000 abitanti, il bando pubblico ha visto nella scorsa settimana il suo vincitore che è il più grande operatore telefonico italiano e che conosciamo bene, TIM.

Access Point o HotSpot Wi-Fi da esterno per connettersi ad una rete senza fili.

TIM si è aggiudicata la gara, si occuperà quindi tecnicamente, e con le sue infrastrutture della gestione e della realizzazione della connetività Wi-Fi attraverso gli HotSpot o punti di accesso alla rete internet. Al momento è stato subito firmato con Infratel Italia un accordo, dall’altra parte i cittadini e turisti dei comuni interessati potranno accedere gratuitamente e in modo semplice ai collegamenti WiFi disponibili nei comuni italiani che aderiranno al progetto “Piazza WiFi Italia“.

Il progetto partito nel 2016, con l’esigenza di dare connettività internet immediata ai comuni colpiti dal sisma del centro Italia, conta oggi ben 2.700 comuni che hanno aderito all’iniziativa in tutto il paese, con 3.300 circa punti di accesso alla rete gratuita, e 250.000 utenti registrati o che si sono collegati.

Cliccate qui sotto per accedere alla mappa dei punti di accesso:

Wi-Fi Italia

In Sardegna attualmente ci sono 172 comuni su 377 che hanno aderito o che hanno già infrastrutture di rete attivate per il Wi-Fi gratuito.

Qua è possibile scaricare tutti i dati liberi e gli elenchi dei comuni del Network Wi-Fi Italia. (File ZIP)

Come è stato scelto l’operatore TIM?

In un contesto di gara che ha visto la presenza di numerosi player del settore, la proposta di TIM è risultata la migliore sia dal punto di vista tecnico sia dal punto di vista economico, qualificandosi prima nei 5 lotti in cui è stato suddiviso l’intero territorio nazionale. Il valore complessivo del progetto è di circa 33 milioni di euro. L’accordo prevede la fornitura e l’installazione di access point e sistemi di gestione e controllo, i servizi di supervisione degli apparati installati e la manutenzione degli apparati destinati alla diffusione dei contenuti multimediali sulle piattaforme IP-Content Delivery Network.

I cittadini ma anche i turisti provenienti da altri paesi con questo sistema integrato possono connettersi gratuitamente alle singole reti Wi-Fi scaricando l’App WiFi.Italia.it disponibile per i sistemi operativi mobile Android e IOS che offre un unico e semplice sistema di accesso alle reti presenti sul territorio nazionale federate con Piazza WiFi Italia.

Ovviamente resta la possibilità di connettersi alle reti non solo utilizzando Smartphone e Tablet ma anche altri dispositivi quali Notebook, Personal Computer e dispositivi compatibili con la tecnologia Wi-Fi.

Come aderisce il Comune?

L’adesione al progetto richiede la sottoscrizione da parte delle amministrazioni comunali di un’apposita convenzione con Infratel Italia, direttamente on line sul sito wifi.italia.it nella sezione Come aderire.

L’iniziativa del MISE e di Infratel Italia rappresenta la volontà di digitalizzare l’Italia e portare le connessioni anche nelle piazze e nei comuni più piccoli, aumentando la diffusione delle reti telematiche e consentendo un libero e gratuito accesso a tutti.

Fonti: Infratel Italia – TIM / Telecom Italia

Scritto da: 

Fabio, classe 1993, Nerd fino al midollo, cresciuto tra videogame, computer, e apparecchi elettronici, sempre alla ricerca di novità in campo digitale. Ho una certa esperienza nel mondo della tecnologia, dell'informatica e delle telecomunicazioni.

6 commenti su “TIM & Piazza Wi-Fi Italia, internet senza fili gratuito in molti comuni d’Italia”

  1. Fabio come al solito sei sempre presente a darci notizie. Il nostro comune Portoscuso ha una linea dove ognuno di noi può accedere solo che non è libera come penso d’aver capito dalla tua descrizione con la Tim sarebbe libera se il comune acquista in concorso come tutti i comuni WI-FI. IO per la linea che ha il comune non so con chi ha il contratto, comunque dobbiamo andare in comune a chiedere la password. Mi informerò Ti farò sapere. Grazie buona giornata CIAOOOOOOOO

    1. Ciao Giuseppino!

      Grazie per il supporto, cerco di fare il possibile per tenervi sempre informati 🙂

      Attualmente dai dati forniti da Infratel per il Comune di Portoscuso risulta la convenzione firmata con il Comune, ma al momento le infrastrutture non sono state ancora attivate nelle piazze pubbliche.

      Sicuramente rientrerà in questa fase che gestirà TIM.

      Saluti!

      1. Dovrò andare in comune a sollecitare, per capire cosa osta per portare avanti il programma Ti ringrazio se avrò risposta serie Ti contatterò. Ciao buon lavoro.

        1. Ciao Giuseppino 🙂

          Per il comune non c’è nessun costo! Il Bando di Infratel copre già tutti i costi della messa in opera e realizzazione delle infrastrutture per creare le reti wireless. TIM eseguirà tutto una volta aderito!

          Per più informazioni trova tutto sul sito ufficiale a questa pagina: https://wifi.italia.it/it/

  2. Ciao Giuseppina, a quanto risulta da una prima verifica il mio comune non risulta fra quelli che hanno aderito al progetto Piazza wi-fi Italia, credo che “solleciteró ” l’ aministrazione e….nel caso dicano sono troppi i costi? ….sai orientativamente quanto sarebbe la spesa a carico dell’ente, per oneri di sua competenza, escluso consumo energia elettrica (abbiamo l’azienda elettrica comunale)?Grazie per la risposta che mi vorrai,cortesemente dare. Maurizio Lai

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.