La Banda Ultra Larga in Sardegna nel 2020 / 2021 – Approfondimento

È stato un anno particolare il 2020, di quelli che non si dimenticano, ma non siamo qua per parlare della pandemia da Covid-19, ma per analizzare la situazione della Banda Ultra Larga in Sardegna nel 2020.

Fino allo scorso anno mi occupavo della Banda Ultra Larga a cadenza quasi regolare, se non mensile, settimanale. Ma visti gli aggiornamenti scarsi in certi periodi e non sempre puntuali da parte della Regione, di Infratel (società del MISE) e degli operatori telefonici, avevo deciso di rimandare ad aggiornamenti singoli e più dettagliati come questo dedicato all’intero 2020.

Un anno che se proprio si vuole guardare un lato positivo della pandemia, è il notevole balzo in avanti della tecnologia, sia nei privati che nel pubblico in Italia, ma soprattuto e per la Sardegna per quanto riguarda la copertura delle reti a Banda Ultra Larga, sia Wireless che in Fibra ottica, di ultima generazione ad alte prestazioni.

Come sempre andiamo ad analizzare i vari settori, quello pubblico e quello privato, analizzando tutte le novità e gli aggiornamenti di questo 2020, che ci siamo già lasciati alle spalle, e analizziamo quello che verrà in questo 2021.

  • Progetti pubblici che riguardano le pianificazioni della Regione Sardegna e Infratel società del Ministero dello Sviluppo Economico per le telecomunicazioni per gli interventi diretti e Open Fiber con il Terzo Bando Infratel.
  • Progetti privati che riguardano le pianificazioni e le attivazioni degli operatori telefonici che investono nell’aggiornamento delle proprie reti, principalmente TIM – Telecom Italia e Open Fiber.

Mappa Interattiva della Sardegna

Qua di seguito potete trovare mappa interattiva su Google My Maps per avere un quadro d’insieme sulla situazione nell’isola, in base a tutti i dati che ho raccolto e che ci vengono forniti da Infratel, BandaUltraLarga.it e dagli operatori privati. Sono compresi i comuni attivi, in progettazione o in pianificazione in Sardegna, sia da parte pubblica che privata.

Con le ultime informazioni disponibili la mappa interattiva è completa, con tutti i comuni della Sardegna (377), suddivisi tra:

  • Comuni attivi
  • Comuni Pianificati da Operatori Privati
  • Comuni Pianificati / Attivati dagli Interventi della Regione Sardegna e di Infratel
  • Aree e Comuni oggetto di intervento per il Terzo Bando Infratel

Comuni attivi e coperti in VDSL / Reti in Fibra Ottica

Comuni o aree coperte ed attivi con la VDSL o con reti in Fibra Ottica a Banda Ultra Larga

Vendibilità attiva con gli operatori: TIM – Telecom Italia, Tiscali, Vodafone, Fastweb, Wind – 3

Tecnologia: FTTC (Mista Rame-Fibra / Fiber to the Cabinet) & FTTH (Fibra / Fiber to the Home)

Nota: Controllare la copertura nei rispettivi siti ufficiali degli operatori. Alcuni comuni hanno aree o frazioni che vengono pianificati separatamente o aree non ancora coperte.

BUL Progetto Pubblico – Regione Sardegna e Infratel

229 su 377 comuni connessi alla Banda Ultra Larga

Se andiamo a fare un confronto con lo scorso anno, vediamo subito che il numero dei comuni in questo 2020 è cresciuto enormemente, passando da appena 80 comuni ai quasi 230 per un guadagno di 149 aree ora attive con la Banda Ultra Larga.

Queste attivazioni sono dovute in larga parte all’Intervento Diretto Pubblico di Infratel e della Regione Sardegna nelle aree bianche a fallimento di mercato, e nei comuni ancora connessi in Banda Larga (ADSL), grazie all’ormai lontano accordo regionale del 2018, con cui è stata posata la fibra ottica fino agli armadi e le infrastrutture di strada (tecnologia FTTC, fibra mista a rame) e successivamente (ancora in corso), con l’attivazione da parte dell’operatore telefonico TIM – Telecom Italia.

In queste aree (consultabili nella mappa interattiva o scaricando il file qui sopra) cittadini e imprese possono connettersi alla rete internet ad alta velocità fino a 200 Megabit al secondo.

Ma una parte, seppur minima, riguarda anche la posa delle nuove reti in fibra ottica con tecnologia FTTH (fibra diretta all’edificio) ad altissime prestazioni, da parte dell’operatore Open Fiber, con fondi privati propri, che hanno visto la copertura dei principali capoluoghi e città dell’isola.

In queste aree (consultabili nella mappa interattiva o scaricando il file qui sopra) cittadini e imprese possono connettersi alla rete internet ad alta velocità fino a 1 Gigabit al secondo, grazie alla fibra ottica dedicata.

Nonostante il notevole balzo in avanti da parte di TIM, le previsioni erano più ottimistiche e vedevano nel 2020 il completamento degli interventi nelle aree bianche, anche se non siamo lontanissimi, il tutto dovrebbe completarsi infatti entro il 2021.

Dopo la pubblicazione del nuovo portale Banda Ultra Larga Italia, è stato dato maggiore spazio e sono stati dati maggiori chiarimenti sugli interventi diretti di Infratel effettuati in tecnologia FTTC, sia dal lato tecnico, che quello amministrativo. Interventi che ricordo, riguardano esclusivamente le aree bianche.

In questa pagina ufficiale del sito potete trovare tutti i dettagli relativi agli interventi e lo stato di aggiornamento dei lavori e delle pianificazioni nei cantieri delle Regioni coinvolte nel progetto.

In Sardegna i comuni coinvolti sono 296 su 377, ad oggi come riportato anche sulla mappa interattiva questi sono i dati aggiornati a Giugno 2020, nella seguente tabella si considerano comuni in stato di “terminati” o “completati” anche quelli già attivati dagli operatori telefonici e quindi comunque con cantieri conclusi.

Glossario per gli stati lavori
  • Pianificato: Interventi in fase di pianificazione
  • In progettazione definitiva: Progettazione definitiva non ancora completata
  • In progettazione esecutiva: Fase di progettazione esecutiva e richiesta permessi avviata
  • In esecuzione: Cantieri in lavorazione
  • In collaudo: Cantieri completati ed avvio delle attività di collaudo
  • Terminato: Infrastrutture collaudate ed in esercizio
Armadio Ripartilinea TIM collegato in Fibra Ottica (Tecnologia VDSL – FTTC in Fibra Mista a Rame)

BUL Progetto Pubblico – Terzo Bando Infratel

Terza ed ultima gara pubblica per la realizzazione delle reti in fibra ottica a Banda Ultra Larga, con tecnologie FTTH (Fiber to the Home) e FWA (Fixed Wireless Access), interventi denominati “A concessione” nell’ambito della Strategia Italiana per la Banda Ultra Larga. Il bando pubblico è stato assegnato definitivamente ed ufficialmente ad Open Fiber Spa nel 2018.

Le aree di intervento (specialmente a completamento di altri interventi BUL) ricadono nelle Regioni di Puglia, Calabria e Sardegna.

Dopo aver atteso tanto tempo dalla stipula del contratto tra Infratel e Open Fiber per questa terza e ultima gara del Piano Strategico Nazionale per la Banda Ultra Larga vediamo che secondo l’ultimo report stilato da Infratel (aggiornamento Novembre 2020) e la dashboard aggiornata in tempo reale pubblicata sul sito Banda Ultra Larga Italia, in Sardegna finalmente qualcosa si muove, qui di seguito vediamo gli ultimi dati e aggiornamenti a disposizione:

  • 5 Aree/Comuni con cantieri aperti in FTTH (Bonannaro, Bortigali, Chiaramonti, Sedini ed Usini)
  • 3 Aree/Comuni con cantieri completati in FTTH (Laerru, Samatzai, Samugheo)
Tecnico al lavoro sulla Fibra Ottica

Per comprendere meglio questi interventi, con tecnologia FTTH, quindi fibra ottica dedicata, e quali aree di questi comuni sono interessate dobbiamo affidarci al Ministero dello Sviluppo Economico, che ha messo a disposizione un portale dedicato chiamato “SINFI” o Catasto delle Infrastrutture, dove sono presenti i tracciati digitali e le mappe delle reti già posate, in pianificazione o progettazione in tutta Italia.

I tracciati del SINFI per quanto riguarda la Sardegna purtroppo non sono ancora completi, e gli ultimi aggiornamenti sono disponibili solo per 4 comuni (Bortigali, Laerru, Samatzai e Samugheo).

Se prendiamo per esempio la mappa qui sotto che possiamo estrarre di Samugheo, notiamo chiaramente che i tracciati (segnati in rosso) della fibra ottica combaciano perfettamente con l’area industriale o Zona PIP del paese, in cui è presente solamente qualche azienda ma nessuna unità immobiliare privata.

La stessa cosa accade per gli altri comuni coinvolti, questo spiegherebbe perchè il conteggio delle unità coinvolte o che saranno connesse sono in numero veramente esiguo se paragonate al centro abitato che in un caso come Samugheo hanno migliaia di unità immobiliari, case, imprese ed edifici pubblici.

Quindi per ora in Sardegna sembrerebbero coinvolte solamente le aree industriali, che in base ad un vecchio piano Regionale, per superare il digital divide tra le aziende, erano in programma eventi di questo tipo.

Considerando che si tratta del Terzo Bando Infratel è plausibile che questi lavori siano gestiti da Open Fiber, ma purtroppo non ne abbiamo la certezza al momento, ed in ogni caso non sappiamo se in questi comuni si arriverà alla copertura del centro abitato.

Discorso un pò diverso per le reti con tecnologia wireless FWA:

  • 10 Aree/Comuni con cantieri aperti in FWA (Suelli, Uras, Ussana, Nurallao, Perdaxius, Seulo, Guasila, Senorbì, Ittiri, Ploaghe)
  • 10 Aree/Comuni con cantieri completati (San Sperate, Loceri, Sedilo, Ala dei Sardi, Selargius, Orgosolo, Bitti, Siliqua, Olzai, Ballao).

Questi dati almeno sulla carta per quanto riguarda il Terzo Bando Infratel, e gli interventi con le rispettivi tecnologie ma per ora purtroppo non ci sono riscontri fisici o fotografici dei cantieri o dei lavori ultimati che possano confermare ciò.

Questi dati inoltre va detto che ancora non sono presenti nel sito ufficiale di Open Fiber, dove vengono periodicamente aggiornati i dati e gli interventi che sono eseguiti nelle altre regioni.

Purtroppo in Italia ci sono stati casi in cui i cantieri venivano dichiarati aperti, chiusi o terminati ma all’atto pratico nulla ancora era stato fatto o si trattava di errori.

Dati e Dashbord dal sito BandaUltraLarga Italia:

Se qualcuno residente in quelle zone ha notato qualcosa di interessante mi piacerebbe se potesse segnalare la cosa a info@sardegnadigital.it

Vi ringrazio in anticipo 🙂

Reti del GAS Metano e Fibra Ottica

Il capitolo delle reti del GAS metano lo abbiamo menzionato poco negli ultimi aggiornamenti, perchè in realtà ci sono state ben poche novità, se non sapete di cosa sto parlando ed è la prima volta che leggete qua sotto potete trovare l’approfondimento di Sardegna Digital sul tema:

Reti in Fibra Ottica e Gas Metano in Sardegna – Approfondimento

Adesso però abbiamo qualche novità e conferma, purtroppo non fotografica ne di un documento ufficiale, purtroppo in rete non ho trovato nulla ma la fonte arriva diretta da Infratel Italia e ci dice che la Regione Sardegna ha affidato a proprio alla società del MISE la gestione dei cavidotti predisposti per la fibra ottica realizzati insieme alle reti del GAS Metano, per agevolare ulteriormente la Banda Ultra Larga nell’isola.

Sempre da Infratel è arrivata la conferma su Open Fiber, la società di telecomunicazioni impegnata in Italia e in Sardegna con la copertura di reti interamente in fibra ottica avrebbe utilizzato i cavidotti collaudati insieme alle Reti del GAS (cavidotto multiservizio) per coprirei in tecnologia FTTH alcune aree della Città Metropolitana di Cagliari del Bacino n.33 (Quartu S.Elena , Monserrato, Quartucciu, Settimo San Pietro e Sinnai).

Questo nonostante le reti del GAS non siano ancora state utilizzate per il Metano, ma bensì per altro gas tradizionale, al momento in Sardegna si sta procedendo alla progettazione del Metanodotto che attraverserà tutta la Regione, ma il primo deposito costiero della Sardegna, e uno dei più grandi, quello nel Porto di Oristano-Santa Giusta è stato quasi del tutto completato.

Molto probabilmente a breve infatti dovrebbe iniziare l’erogazione vera e propria del metano in tutte le reti dei paesi e dei bacini già completati, specialmente quelli presenti nella Provincia di Oristano (vedasi articolo di approfondimento per i dettagli dei bacini), e anche i cavidotti per i cavi ottici delle altre aree ovviamente saranno cedute allo stesso modo.

Non resta che aspettare nuovi aggiornamenti e nuove conferme, nella speranza di vedere al più presto queste reti che potrebberò garantire altissime prestazioni, con Open Fiber infatti connettersi alla rete equivale viaggiare su internet a non meno di 1 Gigabit per secondo.

Foto dai cantieri (Bacino n.19 di Oristano)

BUL Progetti Privati > TIM / Telecom Italia

Al momento TIM – Telecom Italia sembra che non stia effettuando interventi rilevanti per quanto riguarda le aree grigie o le aree che secondo le Consultazioni degli Operatori di Telefonia hanno dichiarato di voler coprire con i loro fondi privati per poter servire i loro clienti nelle rispettive aree.

In ogni caso qua sotto potete verificare quali aree, comuni o centrali telefoniche sono in via di pianificazione o attivazione, il file è relativo a tutta l’Italia per le tecnologie a Banda Ultra Larga FTTC ed FTTH.

In questi file sono presenti anche gli interventi e le attivazioni con fondi pubblici del piano di intervento diretto Regione Sardegna – Infratel di cui abbiamo parlato sopra.

 

Tecnologia: FTTC (Mista Rame-Fibra / Fiber to the Cabinet)

Nota: I dati riportati in questi link, ospitati sul sito web (www.wholesale.telecomitalia.com), non pubblicati, copiati o riprodotti su questo sito, sono di proprietà esclusiva di TIM – Telecom Italia S.p.A.

 

Privacy Preference Center

 

 

News dall’Italia

FiberCop e la Rete Unica di stato

Nei vari aggiornamenti sulla Banda Ultra Larga abbiamo qualche volta accennato alla questione della Rete Unica di Stato (unione tra TIM e Open Fiber) per il ritorno delle reti telematiche e delle telecomunicazioni italiane nelle mani dello stato, almeno per quanto riguarda le infrastrutture, non stiamo parlando ovviamente dei servizi di connettività a internet che rimangono esclusivamente di competenza degli operatori telefonici privati.

Nel corso dell’estate di questo anno è stato raggiunto l’accordo tra tutte le parti coinvolte ed entro Marzo 2021 si procederà alla creazione della nuova società che per la parte amministrativa prendera appunto il nome di FiberCop, mentre per la parte tecnica si chiamerà AccessCo.

Le parti coinvolte nel progetto sono: TIM – Telecom Italia, KKR Infrastructure, Fastweb, Cassa Depositi e Prestiti (Stato), Open Fiber e Tiscali.

Tecnicamente tutte le reti (fibra ottica e fibra ottica mista a rame, che sia FTTC o FTTH) degli operatori menzionati coinfluiranno nell’unica società a maggioranza pubblica, che gestirà e fornira le reti in concessione agli operatori privati che ne faranno richiesta.

Come già accennato questo sarà ovviamente un grosso accordo che cambierà e sta già cambiando lo scenario delle telecomunicazioni in Italia, le parti coinvolte e lo Stato che ha promosso l’iniziativa ha l’obbiettivo di snellire le procedure, velocizzare i lavori, investire direttamente e pubblicamente, mettere fine all’infinità diatriba tra gli operatori, agli infiniti ricorsi e problemi di autorizzazioni o concessioni dei lavori, oltre che avere un unico interlocutore per gli operatori.

Dal sito ufficiale di TIM:

FiberCop sarà da subito dotata di un asset di rete che già oggi offre collegamenti UBB all’85% della popolazione grazie alle tecnologie FTTC e FTTH; la società proseguirà la copertura FTTH, con velocità di connessione di 1 Gbps, con l’obiettivo di raggiungere, entro il 2025, il 76% delle unità immobiliari delle aree grigie e nere, corrispondenti ad una copertura del 56% delle unità immobiliari tecniche del Paese.

Articolo completo sull’accordo nel sito ufficiale Telecom Italia

Per la Sardegna la questione della Rete Unica non ci deve preoccupare al momento, ma anche nella nostra isola potrebbe essere un aiuto per uno sviluppo rapido delle reti.

Ulteriori dati e mappe sulla Banda Ultra Larga in Italia

Mappa interattiva Banda Ultra Larga Italia – Dati basati su database Infratel (compresi dati degli operatori telefonici) in cui vengono mostrate le coperture attuali e le previsioni di copertura per la Banda Ultra Larga nel 2018, 2019, 2020 e 2021 in tutti i comuni d’Italia. Copertura suddivisa per velocità, 30Mbps o 100Mbps o superiore.

  • Copertura Totale Unità Immobiliari NGA (Next Generation Access) (Fibra mista rame – Reti ad almeno 30 Megabit): 66,6%
  • Copertura Totale Unità Immobiliari NGA-VHCN (Very High Capacity Networks) (Fibra – Reti ad almeno 100 Megabit > 1 Gbit): 20,3%

Mappa interattiva Infratel – Dettagli tecnici e percorsi delle tratte in Fibra Ottica in fase di realizzazione o pianificate (non tutte), una volta scelta la Sardegna consiglio di scaricare la mappa in formato KMZ e poi aprirla in Google Earth, sul browser le tratte risultano diverse.


Ultime Notizie & Articoli – Aggiornamenti

Link Utili

FAQ Reti e NetworkingLa Rete in Fibra Ottica della SardegnaIl punto sulla Fibra Ottica e le Nuove Reti in ItaliaCome verificare la Copertura ADSL o VDSL

Aggiornamento dati e mappe al 31/12/2020

 

Privacy Preference Center

 

 

 

Scritto da: 

Fabio, classe 1993, Nerd fino al midollo, cresciuto tra videogame, computer, e apparecchi elettronici, sempre alla ricerca di novità in campo digitale. Ho una certa esperienza nel mondo della tecnologia, dell'informatica e delle telecomunicazioni.