La Regione finanzia le Start Up nate all’Università

Si aggira intorno ad 1 Milione e 200 Mila Euro la cifra messa a disposizione per tre anni dalla Regione Sardegna, l’obbiettivo è quello di finanziare il “Contamination Lab” di Cagliari.

Il Contamination Lab è un progetto dedicato all’innovazione per le imprese, un progetto che nasce all’Università. E’ stato avviato dall’Ateneo di Cagliari nel 2013, nell’ambito di “INNOVA.RE – Innovazione in rete” ed è all’avanguardia in Italia per formazione e accompagnamento sui temi di innovazione e imprenditorialità, ma non solo l’obbiettivo è anche quello di far nascere nuove imprese, nuove opportunità nel mondo del lavoro e di sviluppo in Sardegna.

I partecipanti al CLab arrivano da diversi atenei Universitari e hanno esperienze differenti, vengono raggruppati in team interdisciplinari e cooperano nello sviluppo e nella condivisione di progetti di start up, frequentano sessioni formative e training sul campo. La quarta edizione è stata aperta oggi nella Cittadella Universitaria di Monserrato dall’Assessore alla Programmazione e al Bilancio e vicepresidente della Regione Raffaele Paci con il rettore dell’Universita di Cagliari Maria Del Zompo e il responsabile scientifico del CLab Chiara Di Guardo.

L’Assessore Paci all’evento: “Vogliamo aiutare le nuove imprese a crescere e andare avanti. Qui ci sono i giovani, ci sono le idee, ci sono l’Università e la Regione che ci credono fortemente e vi supportano, in un ambiente dove la contaminazione reciproca è fondamentale per far nascere nuove iniziative. Il CLab ha avuto grande successo, premi e riconoscimenti importanti anche a livello europeo: la Regione continuerà a finanziarlo per i prossimi tre anni e siamo certi che dal CLab usciranno start up e imprese innovative che porteranno ricchezza e occupazione in Sardegna”.

Il team del Contamination Lab cresce: Al CLab UNiCa #04edizione i partecipanti sono 110: il 68 per cento sono studenti, il 29 laureati e il 4 dottorandi. In crescita gli ammessi provenienti dall’ambito scientifico (24 per cento). Al primo posto si confermano le richieste di ammissione appartenenti all’ambito sociale, giuridico ed economico (41). In calo l’area di ingegneria e architettura (22). Dall’ambito umanistico proviene il 12 per cento degli iscritti.

I risultati del CLab UniCa ha dato vita a circa 20 startup attive sul territorio nazionale appartenenti ai settori Itc, turismo, nautica, gamification, food il cui business è legato a innovazione, utilizzo di conoscenza e tecnologia ed hanno raccolto da investitori privati oltre mezzo milione di euro.

Fonti: Regione SardegnaContamination Lab Unica

Scritto da: 

Fabio, classe 1993, Nerd fino al midollo, cresciuto tra videogame, computer, e apparecchi elettronici, sempre alla ricerca di novità in campo digitale. Ho una certa esperienza nel mondo della tecnologia, dell'informatica e delle telecomunicazioni.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.