Il Sardinia Radio Telescope in rete

Da mercoledì 28 Febbraio il Radiotelescopio Sardo di San Basilio è stato collegato in rete con tutta la comunità dei Radiotelescopi nel mondo. L’antenna parabolica per le radiofrequenze più grande d’Europa realizzata a San Basilio, nelle campagne del Campidano di Cagliari, dall’INAF (Istituto Nazionale di Astrofisica) e dall’ASI (Agenzia Spaziale Italiana), come già anticipato nello speciale approfondimento di qualche mese fa, grazie a un collegamento in fibra ottica lungo ben 107 Km ha permesso alle infrastrutture, al centro di controllo e al radiotelescopio di connettersi con il resto del mondo con le ultime tecnologie disponibili.

Il Sardinia Radio Telescope di San Basilio

Per il progetto è la messa in opera della Fibra Ottica e di tutte le infrastrutture necessarie e intervenuta la Regione Sardegna, l’assessore regionale degli Affari Generali Filippo Spanu:

“È un risultato di grande importanza fortemente voluto dalla Giunta guidata da Francesco Pigliaru con l’intento di rafforzare e migliorare l’operatività del radiotelescopio. Il link in fibra ottica permette alla parabola di essere collegata all’intero sistema internazionale delle reti della ricerca, grazie all’interconnessione della rete Garr con la rete europea Géant. Entro l’estate, il collegamento sarà ulteriormente ampliato arrivando alla capacità di 10 Gbps per garantire il massimo delle prestazioni e dell’accuratezza delle osservazioni”.

Con la realizzazione e l’ultimazione della rete Regionale in Fibra Ottica che è tutt’ora in corso, come sottolinea anche l’assessore, i collegamenti verranno ulteriormente potenziati e migliorati, con le ultime tecnologie digitali disponibili.

Andrea Orlati, responsabile delle operazioni al SRT per l’INAF: “L’allaccio alla fibra consentirà soprattutto di sviluppare molte altre applicazioni astronomiche tra cui la possibilità di rendere accessibili i dati a tutta la comunità scientifica mondiale, come già fanno nei migliori centri di ricerca al mondo”.

Fonti: Regione SardegnaINAFASI.

Scritto da: 

Fabio, classe 1993, Nerd fino al midollo, cresciuto tra videogame, computer, e apparecchi elettronici, sempre alla ricerca di novità in campo digitale. Ho una certa esperienza nel mondo della tecnologia, dell'informatica e delle telecomunicazioni.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.