TIM inizia l’attivazione delle Reti in fibra ottica pubbliche

A distanza di un mese dall’ultimo articolo ci siamo, possiamo dirlo con assoluta certezza, TIM come già annunciato e discusso ampiamente aveva già pianificato e deciso di attivare i comuni che sono stati oggetto di intervento per la posa delle reti in fibra ottica pubbliche, da parte di Infratel.

Come anticipato su Facebook la scorsa settimana ora si inizia a fare sul serio, e i cittadini privati, le imprese e gli enti pubblici possono iniziare a festeggiare, ed in alcuni casi possono già navigare con una connessione VDSL (non ADSL) letteralmente ad alte velocità!

Si parla delle primissime attivazioni su reti pubbliche in fibra ottica che arrivano a distanza di 6/7 mesi dell’ormai famoso accordo stipulato tra Regione Sardegna, Infratel e appunto TIM.

Accordo sulla Banda Ultra Larga – Regione Sardegna, Infratel e TIM

Da dove arriva la conferma? Ovviamente dai classici dati che TIM rilascia ogni settimana per metterli a disposizione degli operatori di rete, che intendono fornirsi di queste reti miste in rame-fibra ottica per poter fornire connettività e servizi Internet ai propri utenti, proprio come accadeva in passato per l’ADSL tradizionale.

Dati TIM su Armadi e Centrali Telefoniche – Aggiornati al 19/06/2019

La lettura non è facilissima, bisogna andare a controllarsi ogni singolo armadio ripartilinea, segnati per ogni riga nel file “FTTCab” di TIM. Questo perchè nei paesi ravvicinati possono essere usate centrali diverse in diversi comuni per attivare le infrastrutture.

I comuni e le procedure di attivazione da parte di TIM

Dai precedenti aggiornamenti e articoli ricorderete senz’altro che la fibra ottica per consentire di erogare servizi Internet a Banda Ultra Larga è stata portata o è in corso di realizzazione da parte di Infratel, società del MISE.

Fibra ottica che è stata posata dalle centrali telefoniche fino ai cosidetti armadi ripartilinea di strada (ARL), gli armadi che fungono da smistamento delle reti sono attualmente collegati a tutti gli utenti, cioè noi, cittadini privati, aziende private ed enti pubblici, con un classico cavo di rame, il cosidetto (doppino telefonico).

Nel caso dell’ADSL la rete è interamente in rame, ma per le reti VDSL (evoluzione dell’ADSL) miste (rame-fibra) con l’uso della tecnologia FTTC (Fiber to the Cabinet) le cose cambiano, a metà.

Armadio Ripartilinea (testa rossa) pronto per essere attivato con affianco contatori Enel

Quando si porta la fibra ottica, mancano altri due elementi essenziali per l’attivazione, l’ONU (Optical Network Unit) che vengono installati dall’operatore telefonico per erogare la VDSL a 100/200 Mega sopra gli armadi, e i contatori di energia elettrica per fornire corrente all’apparato ONU, queste operazioni fatte durante il collaudo.

Ovviamente la fibra ottica parte dalla centrale telefonica, e anche questa deve essere dotata di apparati VDSL che devono essere in grado di erogare la tecnologia a Banda Ultra Larga. Questo è a grandi linee il procedimento che TIM sta seguendo da sempre per i comuni che va a coprire, dalle scorse settimane anche qua in Sardegna.

I primissimi comuni in cui sono stati attivati gli armadi in VDSL sono 11:

  • Donori (Centrale e armadi ARL attivati)
  • Samugheo (Centrale e armadi ARL attivati)
  • Nurri (Centrale e armadi ARL attivati)
  • Sant’Andrea Frius (armadi attivati e collegati alla centrale di Donori)
  • Orroli (armadi attivati e collegati alla centrale di Nurri)
  • San Vito (armadi attivati e collegati alla centrale di Muravera)
  • Siddi (armadi attivati e collegati alla centrale di Sanluri)
  • Lotzorai (armadi attivati e collegati alla centrale di Tortolì)
  • Serri (armadi attivati e collegati alla centrale di Isili)
  • Gergei (armadi attivati e collegati alla centrale di Isili)
  • Escolca (armadi attivati e collegati alla centrale di Isili)
Cantiere per la posa della fibra ottica a Sant’Andrea Frius

Nell’elenco spicca sicuramente il nome di Sant’Andrea Frius, che nell’estate 2016 è stato il primissimo comune a ricevere la copertura in fibra ottica pubblica per la FTTC in Sardegna, dopo esattamente 3 anni arriva l’attivazione, un notevole ritardo ma concluso positivamente.

Le infrastrutture e gli armadi ripartilinea consentiranno per ciascun utente di erogare fino ad un massimo di 100 o 200 Mega al secondo, a seconda dell’apparato VDSL che TIM andrà ad installare, al momento sembra che la banda disponibile sia solo 100 Mbps in Download e 20 in Upload, ma nel futuro ci saranno sicuramente aggiornamenti.

Come già spiegato ampiamente in altre occasioni la banda andrà diminuendo man mano che l’utenza (casa o impresa) si allontana dall’armadio. Esempio: a 400m si andrà a 80Mega, a 500m si andrà a 70Mega, ovviamente con linee esenti da altri problemi (usura, malfunzionamenti, interruzioni, vecchie linee, diafonia – molti utenti collegati).

In futuro sembra probabile l’arrivo della tecnologia cd. “Vectoring” che consentirà di avere maggiori prestazioni anche a distanze maggiori.

Per le questioni tecniche vi invito a leggervi il mio Punto Tecnico su ADSL – VDSL Fibra

Una volta che il comune o il proprio armadio di riferimento è attivo, il gioco è fatto il cliente può verificare la copertura e procedere a stipulare il contratto per la rete mista rame-fibra in tecnologia FTTC.

Al momento la Banda Ultra Larga sarà disponibile solo TIM ma non sarà così per sempre, come da legge Telecom deve rendere disponibili le infrastrutture anche agli altri operatori di rete e telefonia e quindi anche operatori come Fastweb, Tiscali, Vodafone, Wind 3 faranno la loro comparsa in questi comuni.

Guida: Verificare la copertura in ADSL o VDSL

Per le reti dedicate FTTH (Fiber to the Home) che invece serviranno gli edifici ed enti pubblici, teoricamente fino a 1 Gigabit per secondo, non si hanno notizie o novità, probabilmente si attiveranno degli speciali contratti con gli operatori.

Ora che le attivazioni sono partite il ritardo sembra sparire nel nulla, ma è stato notevole, si parla di 6 mesi dall’accordo con TIM e relativa pianificazione, considerando anche che le prime attivazioni erano previste per Gennaio 2019. Sembra che TIM non stia seguendo la cronogia di disponibilità per la fibra ottica, perchè per esempio il comune di Samugheo è stato coperto molto dopo quello di Sant’Andrea Frius.

Questo qua sotto è uno dei primissimi test effettuati su una connessione VDSL in FTTC, test realizzato da un gentilissimo ragazzo di Serri. Come si può vedere si rispetta ampiamente il parametro dell’Agenda Digitale Europea e quella Italiana, avere una connessione ad almeno 30 Megabit in Download, qui siamo vicini al massimo raggiungibile su infrastrutture che erogano fino a 100 Megabit per utenza.

Seguirà aggiornamento completo e dettagliato dei mesi Maggio – Giugno. Se avete domande, avete qualche dubbio o volete segnalare qualcosa lasciate un commento qui sotto. Grazie!

A brevissimo i dati saranno inseriti nella mappa interattiva e nella pagina del Sito dedicata alla Banda Ultra Larga Sardegna.

Ultime Notizie & Articoli – Aggiornamenti

Written by 

Fabio, classe 1993, Nerd fino al midollo, cresciuto tra videogame, computer, e apparecchi elettronici, sempre alla ricerca di novità in campo digitale. Ho una certa esperienza nel mondo della tecnologia, dell'informatica e delle telecomunicazioni.

21 thoughts on “TIM inizia l’attivazione delle Reti in fibra ottica pubbliche”

  1. Ciao,
    ti segnalo due possibili errori nelle centrali che hai scritto. Serri è collegata ad Isili (e non a Sanluri) e Lotzorai è collegata a Tortolì (e non a Sanluri). Ci si becca nel forum di HW Upgrade!

  2. Ciao, Fabio. Immagino che per Gadoni, in cui lo stato dei lavori appare ‘terminato’ e perciò sarebbe in teoria pronto all’attivazione della fibra, non se ne parli fino all’anno prossimo?
    Grazie in anticipo per la risposta.

    1. Ciao Enrico 🙂

      Gadoni non è stato ancora inserito nei file di pianificazione da parte di TIM, ancora quindi non si hanno notizie. Quello che dici comunque potrebbe essere vero dato che oggi sono state posticipate le pianificazioni per molte reti a Novembre di quest’anno purtroppo.

  3. Ciao Fabio, grazie per questi aggiornamenti! Posso chiederti cosa si sa riguardo a Villasimius? Vedo che è parte del terzo bando infratel per il secondo semestre 2020. Ci sono speranze che i lavori e l’attivazione avvengano prima della data indicata? Grazie

    1. Ciao!

      Per ora purtroppo la data rimane questa, anche nei nuovi dati rilasciati a Giugno nel sito BandaUltraLarga viene sempre indicato il secondo semestre del prossimo anno, nel prossimo aggiornamento in pubblicazione entro questa settimana parlerò di tutte le novità, il progetto del Terzo Bando sta comunque andando avanti senza problemi, purtroppo i tempi non sono brevissimi.

  4. Purtroppo, temo che per la maggior parte dei comuni, per la disponibilità della fibra si dovrà attendere sino a fine 2020; inoltre, a quanto vedo, per noi “de is biddas” spesso si tratta di FTTN con velocità “sino a” 30 Mbps. La fregatura sta proprio in quel “sino a”; senza armadi, sarà impossibile raggiungere quelle velocità per chi dista più di 250 m dalla centrale. Le linee in rame risalgono ormai agli anni 60 (ai tempi della SIP) e, come mi ha detto un tecnico della TIM, sono da smantellare e buttare via!
    Come se non bastasse, ho letto che 3 miliardi di Euro, tra quelli già stanziati per la Banda Ultralarga, sono stati bloccati; quindi, solo chi vive in grossi centri avrà una vera fibra, mentre per tutti gli altri finirà come per l’ADSL a 7 Mbps, che a malapena arriva a 1 Mbps!

    1. Ciao Raff,

      Diciamo che il discorso è un pò più complicato di così ma comunque meno pessimistico 🙂

      Sulle tempistiche hai ragione, probabilmente la maggioranza dei comuni vedrà attivate le reti in fibra ottica proprio nel corso del prossimo anno, perchè siamo solo agli inizi delle attivazioni, a me no che TIM non accelleri molto nella fine di quest’anno.

      Per la velocità bisogna precisare che le reti saranno ad almeno 30 Megabit per secondo, e non 30 a scendere, per la maggior parte delle persone si andrà anche a 100 pieni o quasi (se vicini agli armadi ripartilinea TIM), inoltre c’è anche il Terzo Bando Infratel che porterà molte reti dirette completamente in fibra, facendoci dimenticare le reti in rame.

      Non risultano fondi o progetti bloccati al momento, tutto procede. Dove hai letto dei 3 MLD?

      1. La notizia dei fondi bloccati è comparsa su diversi quotidiani, anche sul Sole 24 ORE; si dice persino che molti comuni dovranno attendere almeno il 2021.
        Comunque, ne approfitto per segnalare che, come mi ha riferito un amico, nei nuovi quartieri di San Sperate (periferia sud) stanno effettuando i lavori per la posa della rete del gas; insieme ai tubi del gas stanno stendendo anche la fibra ottica con allaccio predisposto per ogni abitazione (quindi FTTH).

        1. Ciao, se puoi postami qualche riferimento online 😉 Tutti i progetti per ora continuano ad andare avanti, gli aggiornamenti sul sito Infratel, su BandaUltraLarga.it e su Open Fiber sono costanti 😉

          Grazie per l’aggiornamento. A proposito di questi reti del GAS delle zone interessate ne ho già parlato nell’articolo di approfondimento sul tema:

          https://www.sardegnadigital.it/2019/02/06/reti-in-fibra-ottica-e-gas-metano-in-sardegna-approfondimento/

    1. Ciao!

      I lavori nel comune di Ardara sono stati completati, come da ultimi datti presenti nella mappa interattiva del sito, ancora però non è stata pianificata l’attivazione delle reti da parte di TIM. Bisogna ancora attendere 😉

      1. Grazie mille 🙂 Ottimo. Hai idea di che tipo di copertura arriverà a Bitti? Ftth o fttc? Grazie e complimenti per l’ottimo lavoro sul sito.

        1. Ciao Ernesto 🙂

          Tutte e due le reti, la FTTC principalmente nel centro abitato, mentre per case sparse e frazioni le reti verranno implementate con il Terzo Bando Infratel in FTTH diretta e tecnologia FWA wireless da parte di Open Fiber.

  5. Ciao Fabio si sa qualcosa per quanto riguarda Villanova Tulo?mi sembra assurdo che nei paesi vicini sia collegato e qui ancora niente….che tristezza….grazie ciao

    1. Ciao Luisa 🙂

      Il comune più vicino che è stato attivato recentemente da TIM è Nurri, per ora Villanova Tulo non è stato ancora pianificato ma l’attivazione potrebbe già essere in lavorazione o comunque in dirittura d’arrivo, sulla mappa interattiva pubblicherò ogni aggiornamento 😉

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.